sending ....

Il letto è formato da alcuni elementi fondamentali:

  • la testiera  con mille estetiche diverse
  • il giroletto  h. cm. 4, h. cm. 11 o h. cm. 28 con diverse estetiche
  • i piedi da h. cm. 5 a cm. 20
  • la rete con le doghe o altri materiali
  • il materasso con molteplici altezze e caratteristiche diverse

La combinazione di questi elementi può sembrare complessa ed infinita ma se ci concentriamo solo sul letto (escludiamo per un momento il materasso) scopriamo che esistono, in sostanza, 2 sole tipologie di letto disponibili per arredare la tua casa:

  1. il letto con giroletto sospeso h. 11 o 4, quindi sollevato da terra da 16 fino a 23 cm. mediante piedi a vista ben visibili oppure
  2. il letto con giroletto alto 28 cm. che all’interno può avere un vano contenitore. Questa tipologia di letto  può essere sollevato da terra fino ad una certa altezza.

Il primo viene scelto per motivi estetici e per la pulizia, il secondo diventa una soluzione intelligente quando armadi e cassettiere non sono in grado di contenere abbastanza cose.

Naturalmente il vano sotto al materasso non può essere l’unica soluzione al problema di spazio in una abitazione, ma è sicuramente un grande aiuto e permette di stivare in modo ordinato e discreto un elevato numero di cose ingombranti o articoli che vengono usati raramente (tipo piumoni, coperte, cuscini ecc.).

I letti contenitori sono dunque quei letti speciali che sono apribili e richiudibili, mediante meccanismi semplici e pratici posti lateralmente all’interno del vano contenitore. Il meccanismo permette sia l’apertura per accedere con comodità al vano contenitore, sia il sollevamento della rete in modo estremamente facile, così da poter rifare perfettamente il letto senza sforzo ed in piena ergonomia.

Ecco dunque come fare per scegliere un letto:

  1.  individua l’estetica di una testiera che ti piace
  2. vedi se preferisci il letto sospeso o con l’optional del sistema contenitore.
  3. Scegli l’altezza del piede  

ed il gioco è fatto!

Semplice no?